Baseball: Il venezuelano Gleyber Torres tra i convocati dell’All-Star Game

Torres esulta dopo un fuoricampo
Gleyber Torres é una delle rivelazioni della stagione 2018 della MLB

CARACAS – Il seconda base venezuelano Gleyber Torres (21 anni) sta vivendo una stagione da sogno: 15 fuoricampo, 42 compagni portati a segno, 30 punti segnati e una media battuta di 294. A questa prestazione va aggiunta la convocazione per l’All-Star Game che é una sorta di ciliegina sulla torta per un 2018 fino a questo momento perfetto. La gara che radunerá i migliori della Major League Baseball si disputerá il 17 luglio nel National Park di Washington.

Torres che é nel suo anno di rookie si aggregherá a una speciale lista dove ci sono mostri sacri del calibro dell’italo-americano Joe DiMaggio (1936), Tom Tresh (1962), Willie Randolph (1976), Hideki Matsui (2003) ed Aaron Judge (2017) che al loro primo anno con in Major con la maglia dei Yankees sono stati convocati per il Midsummer Classic.

“E’ stata molto emozionante la forma come ho ricevuto la notizia della mia presenza nell’All-Star Game. Il manager mi ha chiamato nel suo ufficio e mi ha chiesto come stavo e come mi sentivo. Io gli ho risposto che bene e che tutto era a posto. Poi lui mi ha detto: Sei pronto per alzare il tuo berrettino a Washington? Auguri sei tra i convocati per la classica di mezza estate”. – ha dichiarato il pelotero creolo in un comunicato stampa, aggiungendo –  “Al primo momento sono rimasto un po’ sorpreso, ma poi é coppiata subito la mia gioia. L’ho ringraziato ed un abbraccio. Essere selezionato per il mio primo All-Star Game significa tantissimo per me, era una cosa che non mi aspettavo. Ringrazio tutti i tifosi che hanno votato per me”.

Oltre a Torres, i Yankees saranno rappresentati nella Classica di mezzaestate da Aaron Judge, Aroldis Chapman e Luis Severino. Ma, forse, il giocatore venezuelano dovrá alzare bandiera bianca a causa di un infortunio all’anca. Ma, per 21enne, solo essere tra i convocati lo riempe di gioia.

L’All-Star Game é una gara che si disputa con cadenza anuale dal 1933 e vede come partecipanti i migliori giocatori della National League e dell’American League.

Il Venezuela é stato rappresentato da 31 peloteros, il pioniero é stato Alfonso “chico” Carrasquel che nel 1951 che non solo é stato il primo creolo, ma anche il primo latinoamericano. Gleyber ha avuto parole di riconoscimento per il “Chico”. “Voglio dare il eterno ringraziamento ad Alfonso Carrasquel, lui ha aperto le porte per tutti i latinoamericani nell’All-Star Game”.

Nella classica di mezza estate solo un venezuelano ha ricevuto il premio MVP é stato David Concepción nella stagione del 1982. Mentre l’unico creolo che ha vinto il Home Run Derby é stato Bob Abreu che nel 2005 non solo ha portato a casa il trofeo, ma ha anche stabilito il record di fuoricampo con 41.

Il venezuelano con piú presenze é Luis Aparicio con 13 presenze tra il 1958 e il 1972 seguito da Miguel Cabrera, ancora attivo, con 11 All-Star Game disputati.

(di Fioravante De Simone)