Spal attimo fuggente, Semplici: “Godiamoci il momento”

La gila di Jasmin Kurtic dopo il gol al Bologna al Dall'Ara.
La gila di Jasmin Kurtic dopo il gol al Bologna al Dall'Ara. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

ROMA. – Nessuna vertigine da alta classifica. E’ un lunedì di gloria quello di Leonardo Semplici e della sua Spal, in testa alla classifica, seppur dopo solo due giornate, a punteggio pieno come la Juventus di Cristiano Ronaldo e il Napoli di Carlo Ancelotti. ”Come si sta in cima alla classifica? Benissimo – racconta il tecnico all’Ansa – Non capita spesso ad una squadra come la Spal, con un percorso e investimenti diversi. Stare lì in cima deve riempire d’orgoglio squadra, città, tifoseria però dobbiamo vivere questo momento nella giusta maniera, sapendo che è una situazione provvisoria. Sappiamo quale è il nostro obiettivo e quindi magari questi punti saranno importanti nei momenti meno belli che potranno capitare ad una squadra come la Spal”.

Dopo la salvezza della scorsa stagione, quella del ritorno in serie A dopo quasi 50 anni e la doppia promozione dalla C alla massima serie, sempre con Semplici in panchina, la Spal si è presentata ai nastri di partenza rinforzata (“sono arrivati giocatori che ci potranno far crescere sotto l’aspetto dell’esperienza e della tecnica”) ma sempre con l’obiettivo salvezza.

“Sarà più difficile – spiega Semplici – perché tutte le squadre, dalle big a quelle che lotteranno come noi per la salvezza, si sono rinforzate. Io mi auguro che ci siano più squadre possibili ma sono convinto che alla fine saranno sempre quattro/cinque. Però sono convinto che noi siamo attrezzati per provare a raggiungere l’obiettivo. Sappiamo le difficoltà che incontreremo durante l’arco del campionato, però usufruendo dell’esperienza dell’anno passato quando eravamo esordienti e con l’arrivo di nuovi giocatori, mi auguro che possiamo migliorare quanto fatto l’anno passato”.

“Oggi rispetto allo scorso anno abbiamo più consapevolezza ed esperienza – aggiunge il tecnico toscano – sia in negativo sia in positivo. Abbiamo un’esperienza diversa. Da parte mia e dei miei calciatori c’è la voglia di migliorare giorno dopo giorno”.

Semplici sottolinea che “l’acquisto di Cristiano Ronaldo non ha fatto bene solo alla Juve ma a tutto il calcio italiano che ritorna ad essere un campionato più competitivo. Sono convinto – aggiunge – anche che le squadre come l’Inter, il Napoli, la Roma che si sono rinforzate daranno filo da torcere ai bianconeri. Mi auguro che sia un campionato avvincente anche se, secondo me, con Cristiano Ronaldo la Juve rimane la favorita”. ”Noi siamo stracontenti – conclude il tecnico – facciamo una bella settimana. La gente a Ferrara è entusiasta, però noi dobbiamo rimanere con i piedi ben saldi per terra e magari usufruire di questo entusiasmo per giocare con un po’ più di spregiudicatezza e serenità”.

(di Laura Masiello/ANSA)