Al via fiera Ifa, l’intelligenza artificiale è ovunque

Un visitatore di fronte ad uno schermo avvolgibile.
Un visitatore di fronte ad uno schermo avvolgibile. EPA/CLEMENS BILAN

ROMA. – E’ nella tv e nel frigorifero, gestisce le luci e le tapparelle di casa, fa parlare con l’auto e con gli altoparlanti in salotto, regola la fotocamera del telefono e anche il robot indossabile: l’intelligenza artificiale fa breccia negli elettrodomestici e nell’elettronica di consumo con la promessa di facilitarne l’uso, grazie anche agli assistenti vocali che ci evitano di pigiare tasti. A mettere insieme le novità hi-tech è l’Ifa, la fiera che porta a Berlino – esclusa Apple – tutte le aziende tecnologiche del globo.

Nata nel 1924, la fiera tedesca apre ufficialmente i battenti il 31 agosto, anche se i protagonisti del settore hanno iniziato a mettere in mostra la mercanzia già nei giorni precedenti. Sono poco più di 1.800 gli espositori, che occupano un’area di 161mila metri quadrati. Fino al 5 settembre, tra i loro stand sono attesi 250mila visitatori. Chi prenderà parte alla kermesse si troverà davanti un’infinità di gadget.

Gli smartphone non mancano, e hanno tutti l’intelligenza artificiale a bordo, ma non sono i top di gamma di Samsung, Huawei o l’iPhone atteso il 12 settembre. In Germania arrivano le ultime proposte di Sony e BlackBerry, insieme all’Honor Play dedicato ai videogame. Presenti anche gli smartwatch, segmento che oltre alle compagnie tech vede impegnati orologiai e case di moda da Casio a Diesel.

Dalla Corea arrivano in Germania sia Samsung, che svela il suo primo televisore 8K – praticamente un cinema in casa – coadiuvato dall’intelligenza artificiale, sia LG, che oltre a telefoni ed elettrodomestici svela un robot da indossare, pensato per supportare le gambe e in grado di evolversi grazie all’intelligenza artificiale (AI).

Gli schermi sono dappertutto – smart e arrotolabili, touch sui computer, modulari da ufficio o dedicati al gaming – ma ancora più pervasivi sono gli assistenti vocali, con cui ormai si comanda anche l’irrigatore. C’è Bixby di Samsung, c’è Alexa di Amazon, ma soprattutto c’è l’Assistente di Google, che all’Ifa diventa poliglotta: d’ora in poi capirà anche se gli parliamo in due lingue.

Coi comandi vocali si parla anche agli elettrodomestici, un fulcro della fiera. Qui la tecnologia semplifica la vita: la lavastoviglie di Electrolux alza il ripiano inferiore per rendere più comodo svuotarla; il forno di Hoover imita il frigo conservando il cibo; il frigorifero di Panasonic ha le ruote e ti segue, mentre quello di Haier si accende e lascia vedere l’interno quando ti avvicini.

(di Laura Giannoni/ANSA)