Inferno vicino a Boston. Esplosioni e incendi a catena

Un palazzo avvolto dal fumo dell'incendio mentre intervengono i pompieri. Boston
"Sembrava un Armageddon": cosi' abitanti e soccorritori hanno descritto l'inferno di fuoco scoppiato in tre sobborghi a nord di Boston.

NEW YORK. – “Sembrava un Armageddon”: così abitanti e soccorritori hanno descritto l’inferno di fuoco scoppiato in tre sobborghi a nord di Boston, in Massachusetts. Alcuni problemi alle condutture del gas a Lawrence, Andover e North Andover hanno provocato una serie di esplosioni – pare circa 60 – e incendi causando un morto e almeno 25 feriti, ricoverati negli ospedali locali. La vittima è un adolescente, il 18enne di Lawrence Leonel Robson, la cui casa è esplosa facendo precipitare il camino sull’auto in cui si trovava. Il giovane dopo l’incidente è stato immediatamente portato al Massachusetts General Hospital, dove è deceduto.

Enormi sono anche i danni provocati dalle esplosioni, iniziate intorno alle 16 locali. Le case bruciate sono circa 80, con le fiamme che si sono sviluppate per parecchi isolati provocando l’evacuazione di almeno 8.000 persone. Per precauzione sono stati evacuati anche tutti gli edifici serviti dalla Columbia Gas Service. E 18 mila persone sono rimaste senza corrente elettrica.

Le autorità del Massachusetts hanno avvertito gli abitanti che il ritorno alla normalità potrebbe richiedere parecchio tempo. Intanto centinaia di esperti sono in arrivo nei sobborghi di Boston dove si sono verificate le micidiali esplosioni, e prima di ripristinare la corrente elettrica devono mettere in sicurezza il servizio del gas. “I tecnici devono assicurarsi che tutti abbiano un posto sicuro in cui tornare – ha spiegato il governatore del Massachusetts, Charlie Baker – Non sarà un processo facile e chiediamo ai cittadini di avere pazienza”.

Baker ha detto che lo stato collaborerà con il governo federale per indagare sull’accaduto, e individuare chi dovrebbe essere ritenuto responsabile. “Lavoro nei vigili del fuoco da quasi 39 anni e non ho visto nulla di simile in tutta la mia carriera… Sembrava un Armageddon”, ha commentato da parte sua il ​capo del Fire Rescue di Andover, Michael B. Mansfield.

Mentre il sindaco di Lawrence, Dan Rivera, ha spiegato che ogni casa deve essere ispezionata per assicurarsi che non ci siano fughe di gas, e fino ad allora i residenti non potranno tornare nelle abitazioni: tecnici, pompieri e polizia, devono effettuare controlli porta a porta – ha sottolineato – e questo richiederà tempo.

(di Valeria Robecco/ANSA)