Cristina Parodi: “Racconto l’Italia positiva e coraggiosa”

Rai1. Un primo piano di Cristina Parodi:
Cristina Parodi: "Racconto l'Italia positiva e coraggiosa"

MILANO. – La prima sfida è quella del caporalmaggiore Nunzia Liucci che, in missione in Afghanistan, non vede il figlio di 6 anni da mesi. Gli ha promesso che gli farà una sorpresa il suo primo giorno di scuola e riuscirà quindi a non mancare a questa ‘prima volta’ importante per entrambi. Traguardi, obiettivi, prove da superare nella vita di tutti i giorni sono le storie raccontate da ‘La prima volta’, il nuovo programma di Rai1 che andrà in onda nel contenitore di Domenica In da domenica 23 settembre alle 17.35.

“Raccontiamo un’Italia bellissima che è capace di affrontare e risolvere le difficoltà con tanto cuore e coraggio” ha detto Cristina Parodi che sarà la conduttrice. Realizzato nel centro di produzione Rai di Torino (“un onore per noi, sono anni che la Rai non fa produzioni così qui”, ha detto il responsabile Guido Rosi) in collaborazione con Fremantle, per la regia di Fabrizio Guttuso, il contenitore si articola in tre storie per ogni puntata.

Come quella di Giada, 13 anni, affetta dalla sindrome di down, una passione per il ballo che è tutta la sua vita. Troverà il coraggio di esibirsi su un vero palco come una professionista con il suo partner. O le nonnine ultraottantenni che accettano di stravolgere il loro look, truccandosi e vestendosi per la prima volta come per un debutto importante.

“Con questo programma si completa il rinnovamento della domenica di Rai1, con una prima metà un po’ pop e frizzante e la seconda più riflessiva – ha detto il direttore di rete Angelo Teodoli -. È un programma su cui abbiamo investito molto, e nella linea di avvicinarsi alla gente in modo positivo, siamo contenti di raccontare la realtà non solo in forma di denuncia o inchiesta, ma anche per i buoni sentimenti”.

Per Cristina Parodi è un ritorno alla domenica di Rai1, dopo la conduzione un po’ “sofferta”, come l’ha definita, lo scorso anno di Domenica In. “Non posso nasconderlo: la stagione passata è stata complicata, ma sono felice di averla portata a termine. Io penso in positivo e quindi ogni esperienza serve – ha ammesso – E comunque l’ho vissuta con la soddisfazione di essere arrivata alla fine con buoni risultati e con una buona opinione pubblica: eravamo partiti con difficoltà, ma siamo riusciti a rimetterci in carreggiata”.

“La Domenica in di Mara l’ho vista a pezzettini e mi è sembrata perfetta sia per il programma sia per lei – ha aggiunto riferendosi alla Venier, nuova conduttrice del contenitore in onda da domenica scorsa – Sono felice anche per me, così possiamo fare un bel programma in tandem”.

(di Marisa Alagia/ANSA)