S’inasprisce la polemica tra Colombia e Venezuela

La Casa Amarrilla, sede del Ministerio de Relaciones Externa
Il governo venezuelano considera che le dichiarazioni, ritenute ostili, siano solo un sotterfugio, orientato a distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica colombiana.

CARACAS – S’inasprisce la polemica tra Colombia e Venezuela. Le recenti dichiarazioni del presidente colombiano, Iván Duque, hanno provocato la risposta irata della “Casa Amarrilla”. Il governo del presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, ha rispedito al mittente tutte le accuse mossegli. E ha invitato il capo di Stato della Colombia a risolvere i problemi interni del proprio paese.

Il governo venezuelano considera che le dichiarazioni, ritenute ostili, siano solo un sotterfugio, orientato a distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica colombiana.

La “Casa Amarrilla”, attraverso un comunicato, sostiene che le “affermazioni ostili e scandalose contro il Venezuela” sono una reazione alla drammatica perdita di popolarità del presidente Iván Duque.

Come si ricorderà, il capo di Stato colombiano ha annunciato che a gennaio, dalla data in cui il presidente Maduro inizierà un nuovo periodo costituzionale, romperà le relazioni diplomatiche. Considera che il presidente Maduro si sia imposto nelle scorse presidenziali solo grazie ad una serie di brogli. E afferma che la maggior parte della comunità internazionale non ne ha riconosciuta la validità.

Iván Duque, inoltre, ha accusato il “chavismo” di violare la “Resolución 1373” dell’Onu, permettendo l’ingresso nel proprio territorio di terroristi e organizzazioni criminali.