“Ciao España”, un vademecum per la nuova emigrazione

MADRID – La notizia giunge come manna dal cielo proprio in questo periodo in cui tanti italiani si trasferiscono in Spagna con l’intenzione di rimanerci: giovani con la speranza di un futuro migliore e pensionati con il sogno di trascorrere tranquilli il resto della loro vita. Ma per stabilirsi in Spagna e necessario conoscere le leggi, le regolazioni in materia di immigrazione i vantaggi e gli svantaggi in materia di sanità e assistenza sociale.

“Ciao España”, il vademecum pubblicato dal Comites di Spagna, vuole essere una guida utile alla nuova emigrazione che decide di metere radici in Spagna. Sono 100 pagine in italiano e altre 100 in spagnolo, divise per capitoli e con le tematiche affrontate in ordine alfabetico.

Una lettura facile

“Ciao España”, scritto per una lettura facile, riporta le principali normative spagnole e quelle italiane consolari. Senza la pretesa di essere un manuale di sopravvivenza, è comunque  uno strumento che permette di orientarsi nella burocrazia dello Stato Spagnolo. E consente di conoscere i principali Servizi che i Consolati italiani all’estero, in particolar modo quelli di Madrid e Barcellona, offrono agli emigrati e alle loro famiglie.

Il numero d’italiani (siano provenienti dallo stivale, sia gli italo-venezuelani) nel 2018 ha toccato la cifra di oltre 150000 iscritti all’AIRE spagnolo. Si conferma così una tendenza ormai da anni costante di migrazione verso il paese iberico attestata intorno all’11%, tradotto in una media di circa 12mila unità annue. A queste vanno poi aggiunte tutte quelle persone connazionali che non s’iscrivono all’Aire per scelta o per ignoranza che comunque le stime sommano in un ulteriore 4%.

In tanti hanno collaborato col Comites nella realizzazione di questa “guida-manuale”. In primis, l’Ambasciata d’Italia a Madrid, la Cancelleria Consolare di Madrid e il Consolato Generale d’Italia a Barcellona. “Ciao España”, poi, non sarebbe stato possibile senza il contributo disinteressato di Renato Spizzichino, Estempore Agencia , Donato Sammartino, Gianluca Lagrottae Pasqualino Bongiovanni che hanno collaborato nella sua redazione coordinati da Pietro Mariani, presidente del Comites di Madrid.

M.A. (Redazione Madrid)