Moda: Da Givenchy tocco anticonformista anni Novanta

Givenchy, momdello di impermeabile nero anni '90
Da Givenchy tocco anticonformista anni Novanta.

PARIGI. – Givenchy torna nel calendario della moda maschile di Parigi con la presentazione della collezione dell’autunno-inverno 2019/20 disegnata da Clare Waight Keller. Non una sfilata bensì una presentazione – oggi nella storica sede della maison – che celebra una collezione dedicata esclusivamente all’uomo (prima in passerella con la donna): la stilista propone un guardaroba completo, pensato dal giorno alla sera, che guarda all’anticonformismo individualista degli anni Novanta.

Ecco che lo spirito parigino degli abiti maschili della maison si esprime con completi dai colori accesi, pezzi in pelle ricamata, trasparenze, iridescenze e trattamenti innovativi. Clare Waight Keller lavora con i volumi, mescolando linee slanciate con pezzi oversize, ad esempio le giacche asciutte vanno con pantaloni leggermente svasati.

Poi i completi giacca-pantalone, in colori accesi come rosso o blu elettrico, mentre altri tocchi iridescenti compaiono qua e là nella collezione (audaci viola e fucsia si mescolano con le più classiche sfumature di nero, blu e cammello). Anche il classico cappotto si presenta in lana lucida, mentre la giacca bianca risplende di paillettes trasparenti.

Colori forti anche per la parte più sportiva, con giacche a vento in tessuto tecnico lucido, i piumini oversize (che si sovrappongono anche uno sull’altro) e il parka. Capitolo a parte per le camicie, quelle bianche classiche hanno un trattamento couture, quelle “collage” sono realizzate con le stampe Givenchy, incluso il Pegasus tema di questa stagione. Ai piedi le iconiche sneaker con la suola grossa o gli stivali da motociclista leggermente più alti dal look rock.