Liberata l’attivista italiana Laura Gallo

CARACAS –Concessi i domiciliari per ragione di salute. Laura Gallo, l’attivista italiana che nei giorni scorsi era stata arrestata durante le proteste dell’opposizione, è stata liberata. Lo ha confermato Alfredo Romero, responsabile del Foro Penale Venezuelano, l’autorevole Ong che si batte per la difesa dei diritti umani.

Romero, ha precisato che a Yaracuy, assieme alla connazionale, sono stati scarcerati anche 19 minorenni arrestati lo scorso 23 gennaio. La giornalista locale Said Gutierrez ha pubblicato su Twitter una foto della Gallo mentre usciva da un commissariato di polizia a Guama, a Yaracuy. Accompagnava l’attivista italiana l’avvocatessa del Foro Penal che l’ha assistita.

Laura Gallo è madre di Gabriel Gallo, leader locale di Volontà Popolare, il partito di Juan Guaidó, il presidente del Parlamento venezuelano che ha assunto i poteri dell’Esecutivo.

Anche la nostra Ambasciata, appena appresa la notizia dell’arresto della connazionale, si era attivata per ottenerne la liberazione. Come è poi effettivamente avvenuto.