Con la luce computer superveloci e a risparmio energetico

Alcuni computer esposti su un tavolo alla International Consumer Electronics Show in Las Vegas, Nevada.
Alcuni computer esposti su un tavolo alla International Consumer Electronics Show in Las Vegas, Nevada. EPA/LARRY W. SMITH

ROMA. – In futuro potremo avere computer velocissimi, grazie a una nuova generazione di memorie magnetiche a zero consumi di energia, alimentate dalla luce. I nuovi dispositivi, descritti sulla rivista Nature, potrebbero rappresentare il cuore di una nuova generazione di computer a risparmio energetico.

I nuovi dispositivi sono stati ideati nella ricerca condotta dalle università di Lancaster, di Ratisbona, dell’Università olandese Radboud di Nimega e dall’Accademia Russa delle Scienze. Attualmente, sottolineano gli esperti, i server consumano dal 2% al 5% della produzione globale di energia, e in più richiedono sistemi di raffreddamento dispendiosi per smaltire il calore accumulato.

I nuovi dispositivi, invece, rilevano gli autori dello studio, “non sono alimentati dall’elettricità, ma da impulsi di luce infrarossa e immagazzinano le informazioni grazie a piccole antenne collocate al di sopra dei magneti. In questo modo – concludono i ricercatori – futuri dispositivi di archiviazione dei dati riusciranno a coniugare alte prestazioni e bassi consumi energetici”.