Salomón Rondón re dei bomber della Vinotinto

Salomón Rondón esulta dopo un gol
Con la doppietta segnata contro gli Stati Uniti Rondón é diventato il massimo goleador della Vinotinto. Foto FVF

CARACAS – La doppietta realizzata nella vittoria 3-0 contro gli Stati Uniti, ha consentito all’attaccante della nazionale venezuelana Salomón Rondón di guadagnarsi un posto nella storia dei migliori marcatori della Vinotinto. Il fuoriclasse nato il 16 settembre 1989 a Caracas, ha superato il legendario Juan Arango (23 reti). Adesso la meta del ragazzo del rione popolare di Catia è quella di scrivere la storia della sua nazionale a suon di gol.

“E’ un onore ed un orgoglio essere il massimo goleador della nazionale. Mi sento privilegiato di poter superare una leggenda come Juan Arango, un calciatore che ammiro tanto” – ha raccontato Rondón in un comunicato stampa, aggiungendo –  “Questo non sarebbe stato possibile senza il supporto dei miei compagni, allenatori, familiari e tifosi  che mi sono stati vicini in questi anni. Voglio dedicare questo record a tutto il popolo venezuelano per tutto l’affetto che sempre mi trasmette”.

Il gladiatore é un centravanti moderno e caparbio, dal fisico possente è dotato di una discreta tecnica di base. Sa calciare bene con entrambi i piedi ed è molto abile sia nel gioco aereo che nel colpo di testa. Inoltre è in grado di difendere egregiamente la palla per fare salire la propria squadra.

Salomón ha esordito con la Vinotinto maggiore il 3 febbraio 2008 nell’amichevole pareggiata 1-1 contro Haiti nello stadio Monumental di Maturín.

La sua prima rete, dopo un mese, il 23 marzo nello stadio José Antonio Anzoátegui di Puerto La Cruz, al 33esimo nella sfida amichevole vinta 1-0 contro El Salvador. Mentre, il primo gol in una gara ufficiale arriva il 13 luglio 2011, nella rocambolesca gara pareggiata 3-3 con il Paraguay, durante la terza giornata della fase a gironi della Coppa America in Argentina.

La rete che i tifosi della Vinotinto sicuramente ricordano con più piacere è quella dell’1-1 segnato, durante le qualificazioni Brasile 2014, contro l’Uruguay nello stadio Centenario di Montovideo.

Una foto del giorno che andò a segno nello stadio Centenario di Montevideo.

L’11 settembre 2012, nello stadio Defensores del Chaco segnò una doppietta nella vittoria 0-2 contro il Paraguay. E le reti contro la Colombia: l’1-0 delle qualificazioni verso il mondiale 2014 e l’1-0 della Coppa America 2015.

Le 24 reti di Salomón Rondón sono distribuite nel seguente modo: 14 in amichevoli, 6 qualificazioni per il mondiale e 4 in Coppa America.

Le sue vittime sono state: Costa Rica (3), Panamá (3), Paraguay (3), Argentina (2), Colombia (2), Guatemala (2), Moldavia (2), Uruguay (2), Stati Uniti (2), Cile (1), Ecuador (1), El Salvador (1) e Peru (1).

Ogni volta che il gladiatore é andato a segno la Vinotinto ha uno score di 11 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte.

In carriera Salomón Rondón ha difeso le maglie di Aragua (2006-2008), Unión Deportiva Las Palmas (2008-2010), Málaga (2010-2012), Runin Kazán (2012-2014) Zenit (2014-2015), West Bromwich Albiol (2015-2018) e Newcastel United.

Nel torneo appena concluso il venezuelano ha disputato 32 gare ed é andato a segno in 11 occasioni, nella sua pagella vanno aggiunti anche 7 assist.

I tifosi della Vinotinto sognano in grande con il loro bomber e sperano di urlare al cielo tanti gol del loro “Salo”.

(di Fioravante De Simone)