Di cuore

Sieger Köder, Il figliol prodigo.
Sieger Köder, Il figliol prodigo.

Desidero offrire una semplice cordialità:

quella cordialità che fa sentire a casa, anche in mezzo a persone che non si conoscono;

quella cordialità che permette all’altro di essere se stesso;

quella cordialità che è vicinanza a ogni altro;

quella cordialità che accoglie ogni altro;

quella cordialità che sa sorridere a ogni altro;

quella cordialità che è disponibilità a far crescere l’altro, a riconoscergli il suo talento, a concedergli il suo spazio;

quella cordialità che è sguardo limpido, senza giudizi, senza doppiezze;

quella cordialità che facilita la collaborazione di più persone;

quella cordialità che favorisce il dialogo;

quella cordialità che sa ascoltare.

Desidero offrire una semplice cordialità:

quella cordialità che, per il fatto che ci diciamo «cristiani», diamo sempre per scontata e poi, un bel giorno, ci accorgiamo che in parrocchia e in famiglia è da un pezzo che se n’è andata …

don Gian Luca