Ferragosto milionario, vinti 209 milioni al Superenalotto

Giocando la schedina del Superenalotto.
Giocando la schedina del Superenalotto.

ROMA. – Ferragosto milionario a Lodi. Dopo 3.209 giorni cade il record al Superenalotto ed è festa grande al bar Marino dove con una schedina “casuale” da appena 2 euro sono stati vinti 209 milioni, il jackpot più alto nella storia della lotteria e di tutti i concorsi a premi nel mondo.

Le europee Euromillions ed Eurojackpot, come conferma l’agenzia specializzata Agimeg, sono ferme rispettivamente a 75 milioni di euro, mentre le statunitensi Mega Millions e Powerball, offrono 65 e 138 milioni di dollari, circa 58 e 123,5 milioni di euro.

L’attesa, dunque, è finita ed ora è caccia al fortunatissimo milionario che difficilmente dimenticherà i sei numeri che gli hanno regalato 209 milioni: 7, 32, 41, 59, 75 e 76. Potrebbe trattarsi di un residente del centro storico, dove ha sede il bar.

L’ultimo 6 risale ad oltre un anno fa, quando – il 23 giugno 2018 – vennero vinti 51,3 milioni di euro attraverso un sistema giocato da 45 giocatori. Il record del jackpot più alto di sempre era di 177,7 milioni di euro, quando la sestina vincente venne centrata il 30 ottobre 2010 con un sistema Bacheca suddiviso in 70 cedole. Tra un primato e l’altro sono passate 178 estrazioni, durante le quali il 6 è stato centrato ben 28 volte.

Questa sera sono stati realizzati anche cinque 5 da 63.109,30 euro. Tre di questi con un sistema, uno a Sellia Marina – in provincia di Catanzaro – e l’ultimo a Monterotondo, alle porte di Roma.

Dal 1997 a oggi, considerando solo le vincite di prima categoria, sono stati distribuiti premi per 4,9 miliardi di euro. La vincita-record ricorre, per una pura casualità, in un giorno che si conferma particolarmente fortunato per il Superenalotto.

Il 13 agosto del 2003, 16 anni fa, è stato centrato infatti un altro jackpot, all’epoca da 65.985.105 euro. A festeggiare, allora come oggi, la Lombardia. La sestina vincente, infatti, fu centrata a Veduggio Con Colzano, nel Milanese.

Circa 25 milioni del jackpot centrato questa sera, come ricorda Agipronews, torneranno nelle casse dello Stato: è la cosiddetta “tassa sulla fortuna” – introdotta a gennaio 2012 e raddoppiata a partire da ottobre del 2017 – che prevede un prelievo del 12%, calcolato sulla parte eccedente i 500 euro di vincita. Il nuovo jackpot per la “caccia al 6” metterà sul piatto 50 milioni di euro già dal prossimo concorso, in programma giovedì 15 agosto.

(di Domenico Palesse/ANSA)