Tifosi italo-venezuelani: “Inizio da favola per il Cagliari!”

CARACAS – Dopo le prime 11 giornate della Serie A c’é una squadra che si sta riproponendo alla ribalta sportiva: il Cagliari di Rolando Maran. Questo inizio da favola sta facendo sognare i tifosi rossoblú.

La formazione ha vissuto una sessione di mercato da big con gli arrivi di Nandez (Boca Juniors), Rog (Napoli), Pellegrini (dalla Juventus), Simeone (Fiorentina), Olses (Roma). Senza dimenticarci del ritorno del figliol prodigio Nainggolan.

L’ottimo inizio della formazione dei quattro mori non é passata inosservata dai tifosi italo-venezuelani.

Iniziamo con Giovanni Pasquale: “Ottima squadra e ottimo allenatore! Se continuerà con questo ruolino di marcia sicuramente finirà la stagione nella parte sinistra della classifica. A ridosso della zona Europa League. Forza Cagliari!”.

Dal canto suo, Antonino Cittadino ci dice: “Il Cagliari ha avuto un ottimo inizio di stagione, però non credo che riesca a tenere il ritmo sia a livello físico che competitivo. Penso che a fine stagione in quella zona della classifica ci saranno: Napoli, Roma, Lazio e credo che alla fine anche il Milan se riesce a raddrizzare la sua stagione”.

Il Cagliari non aveva un inizio di stagione così entusiasmante dal lontano 1969 – 1970, ai tempi di un certo Gigi Riva, in quella stagione i rossoblú vinsero il loro unico scudetto. In quella stagione nelle prime 11 giornate la squadra dei quattro mori affrontò: Sampdoria (0 – 0), Vicenza (vittoria 2 – 1, si giocò a Napoli), Bari (0 – 0), Lazio (successo 1 – 0), Fiorentina (0 – 1 a Firenze), Inter (1 – 1), Napoli (0 – 2 al San Paolo), Roma (vittoria 1 – 0), Juventus (1 – 1), Verona (1 – 1) e Bologna (1 – 0). All’epoca i rossoblù, considerando i tre punti, sarebbero stati a quota 25 nelle prime 11 gare. Ora i 21 punti valgono la zona Champions League, proprio a pari punti con l’Atalanta sconfitta a Bergamo.

Jorge D’Angelo ci fa il punto della situazione dei rossoblú: “Non so se avrà le capacità per tenere il passo nelle 38 giornate, ma una cosa è certa ha fatto un’ottima sessione di mercato, vedi il caso di Nandez del Boca Juniors, il cholito Simeone. Poi c’é il ritorno di Nainggolan. In rosa il Cagliari ha anche Joao Mario che é un buon giocatore. La Serie A é un campionato che ci regala sorprese come queste, un altro esempio può essere l’Atalanta negli ultimi anni. Con questo non voglio dirti che vincerà lo scudetto, ma ha ottime chance di qualificarsi in Europa League”.

Gianluca Cantelmo dice la sua nel seguente modo: “Questo Cagliari ha tutte le carte in regola per dare filo da torcere a tutte. Spero che si qualifichi in Europa League e che faccia bella figura come nell’edizione del 1993 – 1994, allora si chiamava Coppa Uefa, quando arrivò fino in semifinale, dove fue superato soltanto dall’Inter che poi vinse il trofeo”.

L’ultima volta del Cagliari così in alto in classifica fu nella stagione 2004 – 2005, quando nelle prime 8 giornate i sardi fecero 13 punti. Sulla panchina c’era Arrigoni e in campo Gianfranco Zola. Oggi c’è Maran, alla guida di una squadra che vuole imporre il proprio gioco su tutti i campi. La squadra dei quattro mori é uscita dalla definizione di gioco alla provinciale. Nessuna partita difensiva, ma gare giocate a viso aperto, a tu per tu con tutte le avversarie. Sempre in gol i sardi in tutte le trasferte e una sconfitta che manca da inizio settembre.

Mentre Silvano Capuano ci dice: “Questo Cagliari é una bella realtà del nostro calcio! Spero che continui a giocare bene e che riesca a qualificarsi per una competizione continentale, se lo meritano questi giocatori e la città che da un bel po’ non respira l’aria delle competizioni europee”.

Infine Mariano Moscaritolo punta in alto: “E se il Cagliari diventasse il nostro Leicester? Potrebbe regalarci una gioia. Anche se in Europa sembra che tiri un’aria di cambiamenti nelle zone alte della classifica: in Spagna c’é la Real Sociedad, in Germania il Borussia Monchengladbah e l’Angers in Francia. Maran ed il suo Cagliari potrebbero cogliere l’attimo e diventare una delle sorprese del Vecchio Continente. I nove risultati utili ottenuti dai sardi non sono un traguardo facile. Vediamo come andrà a finire”.

Come ha dichiarato nelle diverse conferenze stampa, mister Maran ha detto ai suoi ragazzi di tenere i piedi per terra, ma si sa ai tifosi piace sempre sognare. Se il Cagliari manterrà questo ruolino di marcia l’Europa non sarà un’illusione: ovviamente i tifosi rossoblú sognano lo scenario più bello ed appetibile: la Champions League, ma anche se arrivasse l’Europa League non ne saranno delusi. I tifosi sanno che una caduta é dietro l’angolo, ma sperano di rimandare il più possibile questo appuntamento per continuare a sognare a occhi aperti.

(di Fioravante De Simone)