Lutto nel mondo del calcio: muore il dirigente italo-venezuelano Giuseppe Antonelli

CARACAS. – Il mondo del calcio é in lutto per la scomparsa dell’imprenditore italo-venezuelano Giuseppe Antonelli Ferri, il suo amore per la palla a chiazze era cosí grande che ha costruito addirittura uno stadio con il suo nome.

Una recente foto di Giuseppe Antonelli

 

Nato a Bari, il 5 giugno 1933, pochi anni dopo la Seconda Guerra Mondiale insieme alla sua famiglia é arrivato in Venezuela in cerca di fortuna. Nella terra di Bolívar ha messo le sue radici nella città di Maracay, ma senza dimenticare l’amore per il calcio.

Nella denominata “ciudad jardín”, Giuseppe Antonelli ha fondato la Academia San José, dove tanti ragazzi si sono innamorati  del “fútbol”, qui non solo venivano insegnati i trucchi dello sport, ma anche i valori per diventare uomini valenti per la società venezuelana.

Nel cuore dell’imprenditore italo-venezuelano c’era un’altra passione: il rombo dei motori. Tanto che negli anni ’80 aveva messo su una scuderia di nome “El Pastero” che correva nella Formula Ford.

Negli anni 90, il suo amore per il calcio ha toccato il punto più alto con la costruzione di un campo di calcio nella città di Maracay. Il 26 gennaio 1992, veniva inaugurato nei pressi dell’Autopista Regional del Centro lo stadio Giuseppe Antonelli. Su questo rettangolo verde oltre all’Aragua FC hanno giocato come squadra di casa per diversi motivi: Atlético Venezuela, Caracas, Deportivo Táchira, Estudiantes de Caracas, Gran Valencia ed altri.

Il suo amore per la palla a chiazze era cosí grande che ha costruito addirittura uno stadio con il suo nome. Foto cortesia

Antonelli, nonostante gli acciacchi dell’età avanzata, appena aveva un momento libero si avvicinava al suo stadio per assistere ad una gara di calcio. Un infarto se l’é portato via.

(di Fioravante De Simone)