Vuelta al Táchira: l’italiano Pacioni si aggiudica la prima tappa

Pacioni ha completato i 117 km, tra le localitá di San Cristóbal e Tariba, in un tempo di 2 ore 58 minuti e 36 secondi. foto cortesia

CARACAS – Il ciclista italiano Luca Pacioni, della scuderia Androni Giocattoli – Sidermec, si é aggiudicato la prima tappa della 55esima edizione della Vuelta al Táchira.

Pacioni ha completato i 117 km, tra le località di San Cristóbal e Tariba, in un tempo di 2 ore 58 minuti e 36 secondi.

“Da parte mia, posso dirti di essere molto contento per questa vittoria, che considero importante in quanto la prima vittoria di una squadra e di un corridore italiano in una corsa ufficiale del calendario internazionale UCI. – ci confessa Gianni Savio, direttore dell’Androni Giocattoli-Sidermec, aggiungendo

– “Complimenti a tutti i ragazzi, che hanno interpretato perfettamente quanto indicato nella riunione tecnica. Tutta la squadra ha lavorato molto per neutralizzare la fuga di giornata e nel finale per ribattere agli attacchi dei corridori colombiani e venezuelani. È il quarto anno consecutivo in cui la nostra squadra si aggiudica la prima tappa della Vuelta Tachira, nel 2017 con Raffaello Bonusi, nel 2018 con Matteo Malucelli, nel 2019 con Marco Benfatto ed ora con Luca Pacioni”.

Alle spalle del ciclista italiano Luca Picioni sono arrivati i venezuelani Isaac Yaguaro (Fundación del Ciclo Corse) e Jonathan Salinas (Escuela Deportiva Táchira JHS).

La seconda tappa partirá dalla Plaza Bolívar del rione El Piñal fino ad Abejares, per un totale di 154 chilometri.

(di Fioravante De Simone)