Google scommette su Italia, 900 milioni dollari per digitale

Il ricercatore Google sulla web.
Il ricercatore Google sulla web. (google.com)

ROMA. –    Google scommette sulla digitalizzazione italiana quanto mai importante per la ripresa post-pandemia. Il colosso di Mountain View investe 900 milioni di dollari in cinque anni nel nostro Paese per la formazione alle piccole e medie imprese e anche per attuare il progetto delle Regioni Cloud in collaborazione con Tim.

“Siamo orgogliosi di essere partner della ripresa economica dell’Italia”, dice il Ceo della società Sundar Pichai che annuncia l’iniziativa in prima persona. “Accolgo con favore questo importante investimento, la tecnologia e l’innovazione digitale sono elementi centrali dell’agenda del governo per il futuro del nostro Paese”, commenta il premier Giuseppe Conte. Mentre per la ministra dell’Innovazione, Paola Pisano, “i progetti aiuteranno i cittadini e le imprese a ripartire”.

Il progetto rivolto alle Pmi si chiama “Italia in digitale” e si pone l’obiettivo di accelerare la trasformazione tecnologica del nostro Paese con formazione, strumenti gratuiti e partnership a supporto di imprese e persone in un momento in cui – secondo una ricerca di McKinsey – il Covid potrebbe mettere a rischio in Europa 60 milioni di posizioni lavorative.

L’iniziativa arriva sulla scia di progetti già messi in campo dalla società californiana in Italia come “Crescere in digitale”e “Google Digital training” e intende aiutare “700.000 persone e piccole e medie imprese a digitalizzarsi, con l’obiettivo di portare il numero complessivo a oltre 1 milione per la fine del 2021”.

Google non è la prima azienda della Silicon Valley a investire in Italia. Il mese scorso Microsoft ha lanciato un piano quinquennale da 1,5 miliardi di dollari a supporto dell’innovazione. Un anno fa Facebook ha allargato a Roma il progetto “Binario F” dedicato alla diffusione delle competenze digitali, con l’intenzione di formare 100 mila persone.

Nel 2016 Apple ha scelto Napoli come sede per il primo polo di sviluppo delle app d’Europa. E Amazon ha puntato sull’Italia già a partire dal 2011 con l’apertura del primo centro di distribuzione italiano (a Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza), l’inizio di un percorso proseguito negli anni. Attualmente l’azienda di Seattle impiega da noi 6.900 persone.

Oltre al progetto “Italia in digitale”, Google fornirà un “grant” di 1 milione di euro a Unioncamere, per supportare nella trasformazione digitale le piccole e medie imprese italiane in difficoltà. Le Camere di Commercio offriranno così formazione specifica e assistenza da parte di esperti a imprese e lavoratori, con particolare attenzione ai settori maggiormente colpiti dal coronavirus.

I 900 milioni di dollari di Google serviranno anche alla costruzione delle due Cloud Region con Tim, un accordo firmato a marzo dalle due società.  Una partnership che porterà alla costruzione di Data Center e anche allo sviluppo di nuove competenze nel settore. “La crisi ha accelerato il nostro uso della tecnologia: ora la tecnologia può aiutarci a uscire dalla crisi”, conclude Fabio Vaccarono, Managing Director, Google Italy.

(di Titti Santamato/ANSA)