Il più antico Dna di Neanderthal scoperto in Europa centro-orientale

Il dipinto Snowbound, di Charles R. Knight
Il dipinto Snowbound, di Charles R. Knight. (ANSA)

ROMA. – Scoperto il più antico Dna di Neanderthal dell’Europa centro-orientale: risale a 80.000 anni fa ed è stato rinvenuto analizzando un dente molare scoperto in Polonia. E’ importante per comprendere un periodo cruciale della storia dei Neandertaliani, quando l’ambiente era caratterizzato da un’estrema stagionalità e alcuni gruppi si disperdevano verso est, nell’Asia centrale.

Pubblicata sulla rivista Scientific Reports, la scoperta si deve ai ricercatori coordinati da Sahra Talamo, dell’Università di Bologna. Il dente è stato rinvenuto nella grotta di Stajnia, sull’altopiano di Cracovia-Czestochowa, assieme ad ossa di animali e strumenti di pietra.

“La morfologia del dente è tipica dell’uomo di Neandertal, confermata anche dall’analisi genetica”, dice Stefano Benazzi, dell’università di Bologna. “Lo stato di usura della corona – aggiunge – fa pensare che sia appartenuto ad un adulto”.

Il risultato è importante per comprendere un periodo cruciale della storia dell’uomo di Neandertal: il brusco peggioramento del clima avvenuto circa 100.000 anni fa ha trasformato il territorio boscoso dell’Europa centro-orientale in un ambiente caratterizzato dalla steppa.

Queste nuove condizioni hanno causato gravi contrazioni demografiche tra i gruppi di Neandertaliani. Nonostante questo, però, è persistita nella regione la produzione di strumenti in pietra legati alla tradizione culturale del Micocchiano, che si diffuse tra la Francia orientale, Polonia e Caucaso.

Gli archeologi sono rimasti a lungo perplessi dalla capacità di resilienza dei Neandertaliani in queste regioni per più di 50.000 anni. Le analisi genetiche hanno dimostrato che a questa tradizione sono associati due importanti eventi di ricambio demografico: circa 90.000 anni fa i Neandertaliani dell’Europa occidentale hanno sostituito la popolazione locale neandertaliana dell’Altai nell’Asia centrale, mentre circa 45.000 anni fa i Neandertaliani dell’Europa occidentale hanno sostituito i gruppi locali del Caucaso.