Pitti Uomo sempre più green riscopre la maglieria

Alcuni modelli di Pitti Uomo

ROMA. – Saltano i saloni “fisici” di febbraio di Pitti Uomo, Bimbo e Filati, a causa delle imposizioni del nuovo Dpcm che vieta le fiere fino a marzo. Ma Pitti Uomo N.99 digitale non finisce, come accadeva con il salone fisico che si consumava in tre giorni. Andrà avanti con eventi e presentazioni fino ad aprile, sulla piattaforma Pitti Connect.

Di questi tre giorni trascorsi restano le tendenze dello stile che verrà, della nuova eleganza maschile per la stagione autunno/inverno 2021-22, che emerge dalle 250 nuove proposte del salone fiorentino. Quel che si nota, forse a causa, o per merito della pandemia che ci ha costretti tutti a stare più a casa, è un uomo nuovo dall’anima più green, più rispettoso dell’ambiente, attento alla qualità, alla provenienza e alla lavorazione dei capi che indossa.

Ma anche alla eco-sostenibilità delle sue scelte, che in fatto di eleganza, privilegiano uno stile meno formale e ingessato, anzi decisamente più morbido, tendente all’homewear, vista la grande quantità di maglieria delle proposte del salone fiorentino.

Esempi di guardaroba centrati su questi temi sono le nuove collezioni di Cucinelli, che privilegia il cachemire e i colori naturali per giacche e piumini e sostituisce camicia e cravatta con il maglione dolcevita. Ma, anche Herno Globe che propone capi in materiali di ricerca decomponibili totalmente in discarica nell’arco di 5 anni. Lardini che presenterà la sua collezione in digitale su Pitti Connect il 21 gennaio, fa sapere che è in totale connessione con la natura: colori caldi (legno, verde foglia, arancio, zucca) e un desiderio di vivere più slow, cotoni naturali e nylon per i capi tecnici. Un riferimento all’arte di Giuliano Mauri.

La linea Lardini by Yosuke Aizawa ha un mood classico e un design inovativo tipico dello stilista giapponese. Gabriele Pasini rende omaggio alla città di Modena, dove vive e lavora e dove aprì il suo primo negozio 25 anni fa. La collezione racconta la città in un viaggio cromatico interpretato da un mix di tessuti, colori e fantasie che rispecchiano il suo concetto di eleganza, in continuo dialogo con lo streetwear.

Con il marchio Gran Sasso focus sulla maglieria. L’iconico Air Wool è proposto in lavorazioni a intarsio zig-zag, con rombi e trecce a contrasto. Morbidezza e volume intervengono sul nuovo tessuto in lana cotta a effetto rasato utilizzato per la giacca camicia e il bomber zip. La giacca in maglia si conferma capo must-have del guardaroba del nuovo maschio. Nelle versioni tinta unita e fantasia, è realizzata in Felted Cashmere, Rain Wool e Travel Wool. Filati all’avanguardia, dalle proprietà idrorepellenti, easy care e antimacchia.

Lo stile leisure punta sul lato urban chic della tuta in cashmere e della felpa in Travel Wool. Atmosfere dei Mari del Nord da Paul & Shark con la serie Fisherman a base di maglioni ispirati a quelli di chi ogni giorno si misura con il freddo e la forza del mare. Realizzati con materie prime trattate per resistere a condizioni meteo estreme, questi capi assicurano allo stesso tempo comfort e durata nel tempo. Novità assoluta il pull Air, morbido e ultraleggero, proposto in lana riciclata. Da Pal Zileri la mission è coniugare tradizione e innovazione in un consolidato immaginario menswear.

L’evoluzione dello stile e lo sviluppo delle collezioni prendono le mosse, a ogni stagione, da un’estetica basata sul perfetto equilibrio tra tendenze moda e i tradizionali canoni della moda maschile. Il green vince anche da Clarks Originals: realizzato in Portogallo, il Vegan Pack declina uno dei modelli più amati del brand anglosassone in un’ottica ecosostenibile. Basato sul classico mocassino Wallabee, si veste di una microfibra innovativa, vegan-friendly.

Novità, il Tor Match interpreta atmosfere tennis retrò e cita l’anno 1825 sulla linguetta del tallone, una dedica alla storia della calzatura britannica. Costruite su una suola in crêpe certificata FSC, le tomaie sono in pelle lavorata in concerie dal ridotto impatto ambientale, mentre numerosi dettagli provengono da materiali di riciclo.

(di Patrizia Vacalebri/ANSA)