Amarcord: quando il Deportivo Italia esordiva in Coppa Libertadores

CARACAS – Come buon italo-venezuelano, non posso negare che la mia squadra del cuore nella Primera División é stato lo scomparso Deportivo Italia, squadra fondata dai nostri connazionali emigrati in Venezuela.

Questa squadra ha scritto pagine importanti non solo a livello nazionale ma anche oltre le frontiere.

Il 4 aprile 1964, sul campo dello stadio Olímpico della UCV, appariva il suo nome per la prima volta negli almanacchi del calcio sudamericano. Questa storica data, non solo segnava l’esordio degli azzurri nella massima competizione continentale per club, ma anche per una formazione della terra di Bolívar.

L’edizione del 1964, era la quinta edizione della Libertadores, e dopo molte riunioni e insistenze i dirigenti del club azzurro ottennero il pass per partecipare alla manifestazione ed aprí  così le porte per tutte le squadre della Primera División Venezuelana.

In quest’esordio sul palcoscenico internazionale gli azzurri sfidarono i brasiliani dello Sport Clube Bahia. Questa era una sorta di play off per accedere alla fase a gironi della Coppa Libertadores.

A causa degli impegni internazionali della formazione brasiliana le due gare si disputarono alle falde dell’Ávila.

Il 4 aprile 1964, nel match d’andata Deportivo Italia e Bahia pareggiarono 0-0. Nel ritorno, disputato quattro giorni dopo nello stadio Olímpico gli azzurri s’imposero per 1-2 grazie alle reti di Jayme (52’) e Iranildo (80’).

Grazie a questa vittoria, il Deportivo Italia timbró il biglietto d’ingresso per la fase a gironi della Coppa Libertadores. Gli azzurri furono inseriti nello stesso girone insieme agli ecuatoriani del Barcellona di Guayaquil ed i cileni del Colo-Colo.

In questa fase della competizione il Deportivo Italia portó a casa una vittoria e tre sconfitte. L’unico sussulto arrivò nella gara d’esordio sul campo del Barcellona.

(Di Fioravante De Simone / redazione Caracas)