Vaccini: record in Brasile con 1,6 milioni dosi in un giorno

Una infermiera riceve la prima iniezione che da Inizio alla vaccinazione con il Coronavac nel Hospital das Clínicas della Universidad di Sao Paulo (USP), il 17 gennaio 2021.
Una infermiera riceve la prima iniezione che da Inizio alla vaccinazione con il Coronavac nel Hospital das Clínicas della Universidad di Sao Paulo (USP), il 17 gennaio 2021. Archivio. (Ansalatina)

BRASILIA, . – Il Brasile ieri ha somministrato 1,6 milioni di vaccini contro il coronavirus in una sola giornata, mentre nel gigante sudamericano è arrivata la nona spedizione di immunizzanti provenienti dal laboratorio americano Pfizer.

Ieri 1,3 milioni di brasiliani hanno ricevuto la prima dose del farmaco contro il Covid 19, il numero più alto dall’inizio della campagna di immunizzazione, iniziata il il 17 gennaio. Da allora nel Paese sono stati somministrati 74,2 milioni di vaccini.

Finora 23,3 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi, il che rappresenta il 24% della popolazione (212 milioni di abitanti) che ha completato la vaccinazione.

La notte scorsa intanti un lotto con 526.500 unità dell’antidoto Pfizer è arrivato all’aeroporto di Viracopos, nell’entroterra di San Paolo. Si è trattato della nona spedizione di vaccini dalla farmaceutica Usa, che ha già inviato 5,9 milioni di dosi, nell’ambito di due contratti per la vendita di 200 milioni di unità che saranno consegnati fino al 2022.

Il ministro della Salute, Marcelo Queiroga, ha però ammesso che ci sarà un calo del tasso di vaccinazione a luglio, dato che il flusso di prodotti importati è al di sotto delle aspettative.

Dall’inizio della pandemia, il gigante sudamericano conta 16.984.218 contagi e 474.414 morti, secondo i dati ufficiali contestati dal presidente Jair Bolsonaro perché “manipulati” a fine di ottenere risorse federali dai governatori: “Ci sono enormi indizi su una segnalazione eccessiva di morti”