Tokyo 2020, scorpacciata in tv tra Discovery e Rai

Un monumento con cerchi delle Olimpiadi in Tokyo.
Un monumento con cerchi delle Olimpiadi in Tokyo. ANSA/FRANCK ROBICHON

ROMA. – Dopo gli Europei di calcio, nuova scorpacciata televisiva per gli amanti dello sport. Dal 23 luglio all’8 agosto via ai palinsesti per le Olimpiadi di Tokyo, rinviate lo scorso anno a causa della pandemia, e ora pronte a partire anche se senza pubblico. A detenere i diritti per la pay e per l’online è il gruppo Discovery che garantirà ai propri abbonati ben 3000 ore di diretta delle gare, oltre a interviste e approfondimenti.

Sarà possibile vedere i Giochi anche su diversi partner del gruppo, come TimVision che avrà l’esclusiva in 4k o Amazon Prime. La Rai, detentrice dei diritti per la trasmissione in chiaro, offrirà una copertura complessiva di 200 ore circa tramite digitale terreste e tivùsat, anche in questo caso con approfondimenti a corredo delle gare e in più la copertura radiofonica.

DISCOVERY – Oltre 3000 ore live nei 17 giorni di competizione, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti, dall’inizio alla fine della premiazione, senza interruzioni. Discovery+, la piattaforma Ott del gruppo Discovery, consentirà di seguire, anche on demand, tutte le gare. Una copertura che, ovviamente, darà ampio spazio alla spedizione italiana.

Saranno oltre 100, tra commentatori e talent, i protagonisti che al microfono racconteranno ogni istante dei Giochi. Tantissimi gli ex atleti che affiancheranno i commentatori. Tra questi Valentina Marchei, talento del pattinaggio sul ghiaccio ma anche davanti alle telecamere, Giulia Cicchinè, volto sempre più apprezzato del pubblico Eurosport, Zoran Filicic, commentatore Eurosport al racconto dei suoi settimi Giochi Olimpici, questa volta in veste di inviato e Sara Pizzo Kashihara, influencer italo-giapponese che ci farà immergere nelle abitudini e nella cultura nipponica. Previste interviste, speciali e approfondimenti in diretta da casa Italia e dalle sedi delle gare.

RAI – La Rai, grazie a Raisport e a Rai Radio1, sarà in prima fila nel raccontare I Giochi. La programmazione televisiva comincerà a mezzanotte e mezza, ogni sera, dal 24 luglio in poi, con “Go Tokyo”, l’agenda della giornata olimpica, che Arianna Secondini, quando in Giappone saranno le 7.30 del mattino, proporrà ai telespettatori.

Dall’1.30 alle 17.15, con le sole interruzioni per l’informazione del Tg2, si snoderà un lungo racconto, punteggiato, ad ogni scoccare dell’ora, dalle varie edizioni del Tg Olimpico. Alle 17.15, quando in Giappone sarà appena passata la mezzanotte, ecco “Tokyo best of”, lo spazio per la rivisitazione della giornata olimpica appena trascorsa, con Jacopo Volpi, Julio Velasco e Fiona May.

Dopo il Tg2, e, dal lunedì al venerdì, l’approfondimento “Tg2 Post”, ecco “Il Circolo degli Anelli”, con Alessandra De Stefano che avrà accanto a sé due compagni di viaggio che di trionfi olimpici se ne intendono: Sara Simeoni e Jury Chechi.

Infine, per chiudere la giornata, “Record”, in onda dalle 23.45 a mezzanotte e mezza, che racconterà gli atleti e le loro imprese di ieri e di oggi in maniera innovativa, con tre narratori sportivi: Maurizio Ruggeri, Andrea Fusco e Nadia Baia, atleta paralimpica e ambasciatrice del sitting volley.

La programmazione radiofonica, invece, sarà concentrata su Radio 1 (in simulcast con Radio1 Sport). Sono previsti collegamenti dalle 3 del mattino fino alle 16. Oltre alle radiocronache in diretta delle gare, “Tutte le Olimpiadi minuto per minuto”, gli inviati forniranno contributi per i Giornali Radio. Radio 1 sarà presente anche a Casa Italia, il quartier generale del Coni, ed è da lì che arriveranno le voci degli atleti e di tutti i protagonisti dei Giochi.

(di Michele Cassano/ANSA)