Vuelta al Táchira: il serbo Dusan Rajovic porta a casa la seconda tappa

Rajovic si aggiudica la vittoria e la vetta della classifica. Foto cortesia

CARACAS – La seconda tappa della Vuelta al Táchira parla serbo grazie al Dusan Rajovic (24 anni), del team italiano Corratec che porta a casa non solo la vittoria, ma si prende anche la vetta della classifica generale.

Sotto una pioggia battente Rajovic ha completato i 167,9 chilometri, tra le località La Pedrera e Ciudad Bolivia de Barinas, con un crono di 3 ore 44 minuti e 30 secondi. Il ciclista balcanico si é lasciato alle spalle il colombiano Johan Colón (Orgullo Paisa) ed il venezuelano Xavier Quevedo (País de Futuro).

Da segnalare in questa seconda tappa della Vuelta al Táchira l’ottima prestazione del portoricano Ricky Morales, del Team Corratec América, che ha tagliato il traguardo al quarto posto.

Domani andrà in scena la terza tappa della Vuelta al Táchira su un tracciato lungo 180 chilometri tra le località di Socopó de Barinas e la salita di Santo Domingo. Stando alla voce degli esperti quella di domani sarà una delle tappe regina in questa edizione della Vuelta al Táchira. Ci saranno paesaggi spettacolari a 2.000 metri sul livello del mare ed una ascesa di 30 km in quello che sarà il primo arrivo in salita.

L’ordine d’arrivo nella tappa odierna

1. Dusan Rajovic (Team Corratec, Italia / Serbia) 3H44:30
2. Johan Colón (Idea-Orgullo Paisa, Colombia / Colombia). s.t.
3. Xavier Quevedo (Venezuela País de Futuro) s.t..
4. Ricky Morales (Team Corratec América, República Dominicana / Porto Rico) s.t.
5. Luis Gómez (Team Carabobo) s.t..

Classifica generale

1. Dusan Rajovic (Team Corratec, Italia / Serbia) 6H43:32
2. Johan Colón (Idea-Orgullo Paisa, Colombia / Colombia). s.t.
3. Xavier Quevedo (Venezuela País de Futuro) a 0:08
4. Alexander Villasmil (Orgullo Andino) a 0:13
5. Didier Merchán (Drone Hopper-Androni Giocattoli, Italia / Colombia) a 0:13)

Di Fioravante De Simone / redazione Caracas)