Ciclismo: ecco l’Almanacco 2022, torna la Bibbia del pedale

(ANSA) – BOLOGNA, 03 MAG – Sonny Colbrelli sporco di fango e trionfante nel velodromo di Roubaix. Filippo Ganna e Julian Alaphilippe confermati in maglia iridata a cronometro e in linea. Lo sloveno Tadej Pogacar e il colombiano Egan Bernal vincenti sulle strade del Tour de France e del Giro d’Italia. Sono le foto che riassumono la stagione 2021 scelte per la copertina della 31/a edizione dell’Almanacco del ciclismo, l’annuario più apprezzato dedicato alle due ruote. Il volume, in libreria, è firmato per il 18/o anno da Davide Cassani, ex ct della Nazionale azzurra, e per il 3/o da Beppe Conti, firma del ciclismo.

Considerato da sempre una ‘Bibbia del pedale’ per la completezza dei contenuti, l’Almanacco in 416 pagine offre tutto quello che un appassionato di ciclismo può chiedere: i risultati 2021 di ogni gara, specialità, categoria; oltre tremila schede con la carriera di professionisti, dilettanti, donne e juniores; il calendario delle gare 2022; la presentazione di tutti i gruppi sportivi 2022, dai Pro Tour ai dilettanti, alle donne; gli albi d’oro dai professioni agli allievi di tutte le corse su strada, pista, ciclocross e mountain bike; i record e le Pagine azzurre con tutti i successi delle Nazionali nel 2021. L’almanacco, edito da Gianni Marchesini Edizioni, è l’unico prodotto del genere in Italia si avvale del coordinamento di Roberto Ronchi e della collaborazione di Danilo Viganò, Gian Luca Giardini e Bruno Sueri. (ANSA).