Pallacanestro: Venezuela-Argentina si sfidano nella “Caldera del diablo” a Puerto La Cruz

I cestisti che sfideranno oggi l'Argentina a Puerto La Cruz. Foto FVB

CARACAS. – Il “Gimnasio Luis Ramos” di Puerto La Cruz, noto anche come “La Caldera del diablo” farà da cornice oggi alla sfida Venezuela – Argentina, gara valevole per le qualificazioni per il mondiale di pallacanestro.

Per la “Vinotinto dei canestri” é un ritorno a casa, infatti a causa della pandemia non giocava in casa da due anni e quattro mesi. E lo farà proprio nello stadio di Puerto La Cruz, noto non solo per il calore del suo pubblico,  ma anche dell’ambiente, e per questo è stato soprannominato la “Caldera del diablo”.

La sfida di Puerto La Cruz ha un sapore speciale: da una parte Fernando Duró a caccia della sua quinta vittoria nelle qualificazioni con la Vinotinto, dall’altra Néstor “Che” García noto ai tifosi della palla a spicchi per aver allenato nazionale della “Piccola Venezia” e per averla portata alle Olimpiadi dopo diversi anni.

Nella gara d’andata, disputata a Buenos Aires, il Venezuela ha dettato legge battendo l’albiceleste per 58 – 71.

Per la sfida nella “Caldera del Diablo” il coach della Vinotinto ha a disposizione giocatori del calibro di Gregory Vargas e Fabrizio Pugliatti. Nell’altra sponda, l’Argentina avrá a disposizione José Vildoza, Facundo Campazzo, Francisco Cáffaro, Juan Pablo Vaulet, Tomás Chapero, Patricio Garino e Leandro Bolmaro.

La palla a due a Puerto La Cruz é fissata per le 19:30, ora del Venezuela. Sarà la prima volta che la città orientale ospiti una gara ufficiale della nazionale.

(di Fioravante De Simone / redazione Caracas)