Mara Venier: “Sogno di fare Domenica In per gli italiani all’estero”

Mara Venier durante la conferenza stampa di “Domenica In” intervistata da Emilio Buttaro
Mara Venier durante la conferenza stampa di “Domenica In” intervistata da Emilio Buttaro.

Presentata a Roma la nuova edizione di “Domenica In”, quella dei record. Per l’amatissima padrona di casa Mara Venier sarà la quattordicesima volta alla guida dello storico contenitore di Rai 1, superato anche Pippo Baudo. Si tratta di un record assoluto per la zia di tutti gli italiani al trentesimo anno di una straordinaria carriera. La formula della nuova edizione ricalcherà la linea vincente dell’ultima stagione e sarà arricchita da numerose novità che segneranno sempre più l’identità del programma costruita attorno alla sua conduttrice.

“Sono emozionata per questa quattordicesima edizione – ha detto Mara in conferenza stampa al nostro giornale – è sicuramente una bella responsabilità. Ora devo però essere più serena e come ho detto nell’intervista al ‘Corriere della Sera’ credo che a questo punto possa anche osare qualcosa in più. In sostanza non dobbiamo sempre rincorrere gli ascolti e penso sia arrivato il momento giusto per un impegno diverso che consiste anche nell’occuparsi di cronaca, di temi importanti”.

Poi ha spiegato che Pippo Baudo a ‘Domenica In’ viene sempre invitato “spero che quest’anno accetti e a lui auguro tutto il bene e la salute possibile”.

Nella nuova edizione al centro dello studio il momento topico è sempre rappresentato dalle interviste “one to one”, incontri che Mara saprà trasformare in veri e propri racconti popolari sulla vita privata e pubblica dei maggiori protagonisti dello spettacolo e della cultura del Bel Paese.

“Non so resistere a Domenica In – ha spiegato ancora – mi ha dato tutto. Ho dedicato 14 anni della mia vita a questo programma. La cosa più bella è quando la gente mi ferma e mi dice ‘Grazie’. Il segreto del mio entusiasmo sono i dolori che ho avuto e che mi hanno portato ad amare tutto quello che faccio”.

Tra le novità del contenitore domenicale anche la coinvolgente sigla scritta dal due volte David di Donatello Franco Ricciardi con Andrea Sannino protagonista dell’inno ‘Abbracciame’ ed ancora da Mauro e Antonio Sperillo. Un coinvolgente pezzo leggero nazional popolare cantato sia in italiano che in napoletano.

E poi un messaggio da parte di Mara Venier per i nostri connazionali oltre confine. “Ho un amore per gli italiani che vivono all’estero. Nelle mie vecchie Domeniche In ho fatto un’edizione a New York per i nostri connazionali e loro sono arrivati da tutte le parti. Ho un ricordo pazzesco in quel teatro di Brooklyn perché loro abbracciando me, abbracciavano l’Italia. E’ stata un’emozione fortissima, sono passati molti anni ,quasi trenta e oggi prima di finire mi piacerebbe tanto tornare a fare un’edizione di Domenica In per i nostri connazionali. Ecco, questo è il mio sogno!”

Testo e Video Intervista di Emilio Buttaro