Cassazione: No a pregiudizi per i figli alle coppie gay

Pubblicato il 11 gennaio 2013 da redazione

ROMA  – Un minore può crescere in modo equilibrato anche in una famiglia gay. Né vi sono ”certezze scientifiche o dati di esperienza” che provino il contrario. E’ il principio messo nero su bianco dalla prima sezione civile della Cassazione con una sentenza, depositata ieri, che nel respingere il ricorso di un immigrato mussulmano, ha dato il via libera all’affido di un bambino a una coppia formata da due donne, stabilendo che ”il mero pregiudizio che sia dannoso per l’equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale” dà ”per scontato ciò che invece è da dimostrare, ossia la dannosità di quel contesto famigliare”.

L’uomo, che vive a Brescia, si era rivolto ai Supremi Giudici per contestare la decisione con la quale la Corte d’Appello bresciana, il 26 luglio 2011, aveva affidato in via esclusiva il figlio minore, naturale, che lui aveva avuto dalla sua ex compagna, I.B., alla donna. Il padre dal bambino conteso faceva anche presente che la sua ex era andata a vivere con una assistente sociale della comunità per tossicodipendenti in cui, anni prima, era andata a disintossicarsi. Secondo lui era dannoso che il minore fosse educato in un contesto omosessuale.

Ma la Suprema Corte gli ha fatto presente che era stato proprio lui, con la sua condotta violenta nei confronti della compagna della sua ex, ad aver provocato una reazione di turbamento nel minore dal quale, per di più, si era allontanato quando il bimbo aveva appena 10 mesi ”sottraendosi anche agli incontri protetti ed assumendo, quindi, un comportamento non improntato a volontà di recupero delle funzioni genitoriali e poco coerente con la stessa richiesta di affidamento condiviso e di frequentazione libera del bambino”.

Esultano le associazioni omosessuali, che da Arcigay, a Gay Center al Circolo Mario Mieli, parlano di ”sentenza storica” e chiedono alla futura maggioranza di legiferare. Soddisfatta anche Equality, anche se ”rimane irrisolto, in assenza di una legge, il problema della tutela dei bambini delle famiglie omosessuali, che hanno utilizzato tecniche di fecondazione assistita all’estero”.

Per Ignazio Marino, senatore Pd, ”la Corte ha sancito un principio di civiltà”.

– La capacità di crescere un figlio – ha commentato – non è prerogativa esclusiva della coppia eterosessuale, ma riguarda anche le coppie omosessuali e i single. E’ un dato confermato dalla scienza. L’importante è che l’adozione venga disposta nell’esclusivo interesse del minore.

Opposta la posizione del capogruppo Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, che vede nel pronunciamento ”un precedente molto pericoloso” che ”di fatto apre ai figli nelle coppie gay, sostituendosi al legislatore giacchè nel nostro paese non è possibile dare in affido un bambino a coppie dello stesso orientamento sessuale”.

Per Carlo Giovanardi, senatore Pdl, se é ”difficilmente sindacabile la convinzione della Cassazione che il bambino nel caso specifico debba rimanere con la mamma, totalmente inaccettabile é il vizio dei magistrati di sostituirsi ai legislatori trinciando giudizi temerari” sulla equilibrata crescita di un bambino. Ma da un altro esponente Pdl, Giancarlo Galan, arriva una valutazione opposta.

– E’ un passo avanti, lo Stato laico deve ascoltare i cittadini.

Contrario invece Massimo Polledri, esponente cattolico della Lega Nord, secondo il quale la sentenza è ”un anticipo del governo Bersani”.

– Non si può costruire una civiltà attraverso le sentenze dei Tribunali – è la reazione di sconcerto di monsignor Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina e presidente della Commissione Cei per il Laicato, che invita a considerare ”i tanti studi fatti finora sulla famiglia”.

La psicologa: “Il problema è la preparazione dei genitori”
”In assoluto non è un problema” che un figlio cresca con una coppia omosessuale ”ma in questo ambito c’è una grossa differenza da caso a caso, come peraltro per le coppie eterosessuali. Più che dare principi generali, occorre verificare se le coppie sono all’altezza di tenere i figli, quindi bisogna vedere la preparazione dei genitori”. E’ il commento della psicologa Anna Oliverio Ferraris, docente dell’età evolutiva all’università La Sapienza di Roma, interpellata a proposito della sentenza della Cassazione su figli cresciuti da coppie omosessuali.

– Escludendo naturalmente i pregiudizi – sostiene -, l’affido condiviso è la soluzione ideale, osserva la psicologa, spiegando che assicura il rapporto con entrambi i genitori e in Italia la tendenza é proprio questa. Ciò che bisogna valutare non sono le tendenze sessuali della coppia, che in generale non sono un problema, ma ciò che il figlio trova in questi genitori.

Per evitare che un figlio minorenne cresca in una famiglia dove c’è un solo genere sessuale, ”il primo consiglio che viene dato è quello di aprirsi sul genitore esterno”.

– Ma se questo non è possibile, bisogna aprire alla relazione con altri famigliari e amici di altro sesso – spiega Oliverio Ferraris – perchè il figlio può sentirne l’esigenza. Le coppie gay devono tenere presenti le problematiche di crescita che variano da figlio a figlio – prosegue la psicologa -. Occorrono apertura, flessibilità, bisogna essere pronti all’ascolto del figlio. Alcune coppie si preparano abbastanza per affrontare questa situazione.

Ma un problema per questi figli è anche ”l’ambiente esterno, che spesso non è accogliente – sottolinea la docente universitaria -. Per esempio a scuola i ragazzi per offendersi dicono ‘sei gay’ senza sapere in quali condizioni viva il ragazzino a cui si rivolgono. Dunque è importante anche l’educazione degli altri e c’è da dire che viviamo in un momento di passaggio in cui la società non è ancora educata” rispetto a queste questioni.

– La scuola aiuta ad affrontare tutte le diversità – osserva infine Oliverio Ferraris – ma è necessario approfondire i problemi in soggetti non maturi, fragili.

Dal 1° Luglio 2012 solo online in PDF
Pag 1

Quotidiano del 13 Febbraio

Guarda il PDF

Ultima ora

10:24Pakistan: fornitura caccia F16 da Usa, India delusa

(ANSA) - NEW DELHI, 13 FEB - L'India ha manifestato oggi "delusione" per la decisione degli Stati Uniti di vendere al Pakistan otto aerei da caccia F16, un trasferimento di armamenti che secondo gli Usa sarà utile per combattere il terrorismo. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Pti. In un comunicato il ministero degli Esteri indiano ha reso noto che il sottosegretario agli Esteri S. Jaishankar convocherà l'ambasciatore americano Richard Verma per manifestare "il malcontento" indiano per questa decisione. "Siamo delusi per la decisione dell'amministrazione Obama di ufficializzare la vendita dei velivoli F16 al Pakistan. Non siamo d'accordo con la loro analisi secondo cui questo trasferimento di armamenti contribuirà a combattere il terrorismo".

08:49Taiwan: vittime terremoto salgono a 109

(ANSA) - TAIPEI, 13 FEB - Sale a 109 vittime il bilancio del violento terremoto che ha scosso una settimana fa la più antica città dell'isola di Taiwan, Tainan, dove nove persone vengono date ancora per disperse. Quasi tutti i corpi rinvenuti provengono dalle macerie del palazzo del Drago d'Oro, una edificio di 17 piani. Gli ultimi dati forniti dal ministero dell' Interno parlano di 33 corpi estratti ieri dalle macerie e altri otto questa mattina presto. Altre nove persone potrebbereo essere ancora intrappolate tra i detriti e le ricerche da parte dei soccorritori sono ancora in corso. Le autorità hanno arrestato il progettista dell' edificio, Lin Ming-hui, e due architetti, con l'accusa di omicidio colposo.

08:45Usa 2016: lascia corsa anche repubblicano Gilmore

(ANSA) - WASHINGTON, 13 FEB - Un altro candidato repubblicano lascia la corsa per la Casa Bianca. Si tratta dell'ex governatore della Virginia Jim Gilmore la cui campagna non era mai comunque decollata, rimanendo relegato nelle ultimissime posizioni e quasi mai nemmeno menzionato nei sondaggi di opinione visto lo scarso seguito. Gilmore era inoltre l'unico candidato per la nomination repubblicana a non essere stato considerato per il dibattito televisivo previsto per oggi tra i contendenti del Gran Old Party.

08:41Australia: primo ministro annuncia rimpasto

(ANSA) - CANBERRA, 13 FEB - Il primo ministro australiano, Malcolm Turnbull, ha annunciato oggi un rimpasto di governo dopo che tre ministri hanno rassegnato le dimissioni a causa di scandali e due hanno detto che lasceranno entro pochi mesi per andare in pensione. Si tratta del secondo grande rimpasto per Turnbull da quando è salito al potere lo scorso settembre. Sono entrati nella squadra di governo sei nuovi ministri e il premier ha assicurato che non prevede altri cambiamenti fino alle prossime elezioni a settembre. Le prime dimissioni nel governo Turnbull sono arrivate a fine dicembre, quando una funzionaria pubblica ha denunciato il comportamento molesto di un ministro ubriaco in un bar di Hong Kong. Un altro ministro si é dimesso ieri poiché sospettato di avere interessi finanziari in un viaggio a Pechino fatto con un uomo d'affari australiano e un terzo ha lasciato oggi perchè sospettato di avere consultato illegalmente l'agenda del presidente della Camera.

08:40Usa: sparatoria scuola Arizona, sospetto omicidio-suicidio

(ANSA) - WASHINGTON, 13 FEB - La Polizia sta trattando la morte di due ragazze 15enni in una sparatoria venerdì nella Independence High School di Glendale, in Arizona, come un caso di omicidio-suicidio e ha comunicato che una lettera in cui si annuncia il suicidio è stata trovata nei pressi della caffetteria del campus. A quanto emerge, inoltre, le due studentesse erano molto amiche e con tutta probabilità avevano una relazione. Le vittime sono state identificate ma i loro nomi non sono stati resi noti trattandosi di minorenni.

07:06Sisma Emilia: truffa contributi gonfiati, Gdf sequestra beni

(ANSA) - FERRARA, 12 FEB - Truffa per gonfiare i contributi del dopo-terremoto alle aziende: è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Ferrara che ha sequestrato beni e denaro per 650.000 euro. Alla fine delle indagini di Procura e finanzieri, sono stati denunciati sette ferraresi: 4 per il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato, emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti; altri 3 per riciclaggio. L'indagine Gdf della tenenza di Cento (Ferrara) ha messo in luce, con la collaborazione della Regione Emilia-Romagna, l'irregolarità dei contributi pubblici concessi a una impresa centese che aveva certificato danni per oltre 2 milioni di euro a fabbricati e macchinari aziendali. Per gonfiare l'importo dei lavori e ottenere finanziamenti più cospicui, la società proprietaria dell'immobile era ricorsa all'utilizzo di false fatture per 650.000 euro, emesse per lavori mai eseguiti e documentati da una società del tutto sconosciuta al fisco. (ANSA).

07:01Mattarella, c’è un’ Italia più stabile e che fa riforme

(ANSA) - HOUSTON, 13 FEB - Un'Italia stabile politicamente, che mira a finire la legislatura. Capace di riformarsi per rendere il sistema decisionale più veloce e la Pubblica amministrazione più efficiente. Un Paese pieno di eccellenze che all'estero "sfondano", che anno dopo anno rafforza un rapporto straordinario con gli Stati Uniti. Questa è l'Italia che Sergio Mattarella ha portato negli Stati Uniti raccontandola a interlocutori curiosi e raccogliendo informazioni preziose su quanto l'immagine del Belpaese sia viva e forte oltreoceano. Dove c'è grande attenzione per la crisi globale dei migranti, le strategie per battere l'Isis ed anche sul dibattito sulle Unioni civili. Tema caldissimo, questo, in Italia. Dal quale il presidente si tiene lontano confermando la linea di assoluto rispetto per l'attività del Parlamento. "Sulle Unioni civili non vi posso rispondere perchè ogni mio riferimento avrebbe una ripercussione che minerebbe la mia imparzialità".