RK6: Diseño italiano y alta tecnología

Pubblicato il 12 agosto 2013 da redazione

CARACAS- Empire Keeway la ensambladora, presentó el pasado 06 de agosto en la ciudad de Caracas, su innovador modelo RK6 de alta cilindrada. Con un diseño italiano y de alta tecnología, este modelo llega al mercado para satisfacer las necesidades de los usuarios.

La RK6 presenta un atractivo diseño deportivo, bordes filosos, contundentes y dinámicos, que apuntan perfectamente al diseño italiano que además viene presentada en tres colores: blanco, gris y naranja. Posee un motor de 600cc con cuatro cilindros en línea, potencia de 82 HP a 11.500 r/min, frenos de disco en ambas ruedas,  doble tubo de escape bajo el asiento, mono shock, inyección electrónica, chasis tubular, panel de instrumentos, sistema de enfriamiento por agua y suspensión delantera inversa.

En una primera etapa de lanzamiento, la RK6 estará disponible en el mercado para finales de agosto, y se comercializará solo en los concesionarios de Caracas (Leader Motorcycle ubicada en Quinta Crespo, Moto Transformer en la Yaguara y Representaciones M.R.G ubicado en Chacaíto);  en Valencia (Motores Olimpo);  Maracaibo (Corporación Merhi) y en Barcelona (Moto Empire Barcelona).

Según Luis Gutiérrez, director comercial, Empire Keeway sigue apostando por seguir siendo una empresa innovadora y líder en el mercado nacional de motocicletas al presentar este lanzamiento –en paralelo con otros países de Latinoamérica- de una moto con tecnología de punta y diseño de vanguardia.

El precio de la RK6 oscilará los 142 millones de bolívares.

“La RK6 es una moto dirigida a personas con edades comprendidas entre 30 y 40 años, con experiencia en el manejo de motos. Es para aquellos que posiblemente han tenido motos de alta cilindrada en otras oportunidades, pero nunca algo tan espectacular como nuestra RK6. Sencillamente es lo que estaban esperando”, comenta María Hernández, gerente de asuntos corporativos y nuevos negocios de Empire Keeway.

Dal 1° Luglio 2012 solo online in PDF
Pag 1

Quotidiano del 13 Febbraio

Guarda il PDF

Ultima ora

18:55Bahrein: ricorso alla tortura è continuo

(ANSA) - MANAMA, 13 FEB - Cinque anni dopo un'ondata di proteste che chiedeva ampie riforme e che sconvolse il Bahrein, le speranze di un riconoscimento delle responsabilità per le violazioni dei diritti umani passate e presenti sono svanite. Lo ha denunciato Amnesty International alla vigilia del quinto anniversario delle proteste di massa iniziate nel, alle quali le forze di sicurezza del Bahrein risposero con estrema violenza, causando morti e feriti tra i manifestanti. Altre persone morirono in carcere dopo essere state torturate. "Cinque anni dopo la rivolta, in Bahrein si continua a torturare, a eseguire arresti arbitrari e a reprimere con violenza gli attivisti pacifici e chiunque osi criticare il governo - ha dichiarato James Lynch, vicedirettore del programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International - Nonostante le autorità si fossero impegnate a processare i membri delle forze di sicurezza responsabili delle violazioni dei diritti umani nel 2011, la popolazione del Bahrein attende ancora giustizia".

18:52Benedizioni annullate: Chiesa Bologna, sorprende accanimento

(ANSA) - BOLOGNA, 13 FEB - "Sorprende l'accanimento verso iniziative liberamente votate e svolte sulla base di un'adesione altrettanto libera, in nome di una malintesa laicità eretta a feticcio, non come un fattore di libertà e partecipazione alla vita della scuola". Così 'Bologna Sette', supplemento al quotidiano 'Avvenire' curato dal centro servizi generali dall'Arcidiocesi di Bologna, con un articolo firmato dal giurista Paolo Cavana che verrà pubblicato domani, commenta la decisione del Tar dell'Emilia-Romagna "che ha accolto il ricorso presentato l'anno scorso da alcuni docenti e genitori contro la benedizione pasquale in una scuola di Bologna, autorizzata a larga maggioranza dal Consiglio d'istituto e svolta in orario extrascolastico". Cavana spiega "che la motivazione della decisione suscita molte perplessità". Motivazione che si basa su "una ricostruzione del principio di laicità, inteso come esclusione del fattore religioso dalla scuola pubblica" che "non appartiene alla nostra tradizione costituzionale e legislativa".

18:48Maltempo: perturbazione in arrivo, allerta temporali

(ANSA) - ROMA, 13 FEB - Una nuova perturbazione di origine atlantica interesserà l'Italia, a cominciare da Liguria e Toscana. Il dipartimento della protezione civile prevede dal primo mattino di domani precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle due regioni. Dalla mattinata le precipitazioni più intense si estenderanno su Lazio, specie i settori meridionali, Campania, Basilicata, Calabria settentrionale e settori occidentali di Abruzzo e Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Per domani criticità arancione per rischio idrogeologico localizzato per Lazio meridionale, Campania, Basilicata e Calabria tirrenica centro-settentrionale. La criticità è invece prevista gialla per rischio idraulico diffuso per Abruzzo e Umbria centro-meridionale, e per rischio idrogeologico localizzato per Liguria orientale, Emilia appenninica, Toscana, Lazio centro-settentrionale, Molise, Calabria ionica e Sicilia centrale e settentrionale.(ANSA).

18:37Papa: ricerca privilegi porta corruzione, droga, violenza

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 13 FEB - "L'esperienza ci dimostra che ogni volta che cerchiamo la via del privilegio o dei benefici per pochi a scapito del bene di tutti, presto o tardi la vita sociale si trasforma in un terreno fertile per la corruzione, il narcotraffico, l'esclusione delle culture diverse, la violenza e persino per il traffico di persone, il sequestro e la morte, che causano sofferenza e che frenano lo sviluppo". Lo ha detto Papa Francesco nell'incontro con le autorità e la società civile a Città del Messico.

18:27Calcio: Serie B, il Cagliari allunga in vetta

(ANSA) - ROMA, 13 FEB - Risultati della 26/a giornata di Serie B: Avellino-Bari 1-1 (19' Maniero, 68' Insigne); Cesena-Perugia 2-1 (54' Ardemagni, 79' Falco, 89' Ciano); Como-Novara 1-1 (76' Ganz, 81' Galabinov); Crotone-Pro Vercelli 1-1 (10' aut. e 80' Budimir); Entella-Trapani 4-0 (16' Jadid, 54' rig. Troiano, 67' rig. Di Carmine, 85' Costa Ferreira); Lanciano-Modena 2-1 (9' aut. Vastola, 49' Di Francesco, 87' Bonazzoli); Latina-Cagliari 1-3 (47' Munari, 53' e 58' Melchiorri, 57' Mariga); Ternana-Salernitana 4-0 (9' Furlan, 30' Ceravolo, 39' Meccariello, 90' Falletti). Ieri: Pescara-Vicenza 1-1 (73' Signori, 92' Lapadula). Domani alle 17:30 Spezia-Livorno, lunedì alle 20:30 Brescia-Ascoli. Classifica: Cagliari 58 punti; Crotone 55; Pescara 48; Cesena e Novara (-2) 42; Bari 40; Brescia 38; Entella 37; Avellino 36; Spezia e Perugia 34; Trapani e Ternana 33; Latina 32; Livorno 30; Vicenza 29; Pro Vercelli 28; Ascoli e Lanciano (-1) 27; Modena 26; Salernitana 24; Como 21.

18:18Pasta e frutta per i poveri abbandonata e lasciata marcire

(ANSA) - SQUINZANO (LECCE), 13 FEB - Aiuti umanitari destinati ai poveri gettati come rifiuti in terreno agricolo alla periferia di Squinzano. Una vicenda sulla quale la Procura di Lecce ha aperto un'inchiesta al momento a carico di ignoti con l'accusa di abbandono incontrollato di rifiuti. Il ritrovamento da parte dei vigili urbani del comune salentino risale a giovedì scorso, su segnalazione del custode del fondo agricolo, in zona Farascita, di proprietà di una coppia residente fuori provincia. Si tratta di ingenti quantitativi di pacchi di pasta con scadenza 2018 recanti ancora la scritta e le etichette con marchio Ue e cassette di frutta, mandarini e soprattutto kiwi, per la maggior parte marcia. La polizia locale ha sequestrato l'area in cui é avvenuto lo scarico, repertando tutto il materiale per cercare risalire ai responsabili. Impossibile dire al momento se si tratti dell'iniziativa di un'impresa, nel qual caso scatterebbe il profilo penale, o di un privato che potrebbe cavarsela con una sanzione amministrativa.

18:09Migranti: Valls, Francia contraria a quote permanenti

(ANSA) - ROMA, 13 FEB - La Francia "non è favorevole" ad un meccanismo di quote permanenti per la ripartizione dei rifugiati nell'Ue così come proposto dalla cancelliera tedesca Angela Merkel. Lo ha detto il premier Manuel Valls, parlando con i giornalisti a margine della conferenza sulla sicurezza a Monaco. "L'Europa non può accogliere tutti i rifugiati provenienti da Siria, Iraq e Africa", ha aggiunto, sottolineando che la politica tedesca "non è sostenibile nel lungo periodo". "La Francia si è impegnata per accogliere 30mila rifugiati" sui 160mila previsti dal piano europeo, "ma non oltre", ha precisato Valls a pochi giorni dal vertice europeo del 18-19 febbraio a Bruxelles proprio sull'emergenza migranti. "Non possiamo accogliere tutti i rifugiati", ha ripetuto, perché "altrimenti è a rischio la tenuta di Schengen, con il ritorno alle frontiere interne dell'Unione Europea e con conseguenze economiche che chiunque può immaginare".